News & Eventi

Apollo in volo nel Parco Nazionale dell'Appennino Lucano (foto di R. Bartolomei)

Dal 5 settembre 2017 il giovane capovaccaio Apollo, rilasciato in Basilicata il 2 agosto, sta migrando verso l'Africa e punta senza esitazioni verso Sud.

Purtroppo dobbiamo comunicare la morte di Teti, uno degli esemplari di capovaccaio liberati nel Parco Nazionale dell’Appennino lucano.

La mappa degli spostamenti di Sara tra il 2015 e il 2017.

Sara, giovane femmina di capovaccaio liberata nell'agosto 2015 in Puglia, si era trasferita nell'Africa sub-sahariana (Niger) a fine estate 2015 e lì ha soggiornato sino al 5 maggio 2017, quando si è spostata verso settentrione sino a raggiungere il Nord Africa.

Giovani al CERM in attesa di essere trasferiti in Basilicata.

Dal 2 agosto 2017 due capovaccai nati in cattività al CERM nel 2016 e battezzati con i nomi mitologici di Apollo e Teti volano nei cieli lucani del Parco Nazionale dell'Appennino lucano Val D'Agri Lagonegrese.

Quella del 2017 è stata una stagione riproduttiva davvero prolifica al CERM: tra il 22 maggio ed il 14 giugno sono venuti alla luce sei pulcini, facendo segnare il record di produttività del centro di riproduzione.

Dal 19 maggio scorso Sara ha percorso altri 440 km raggiungendo la provincia algerina di Boum El Bouaghi, caratterizzata da montagne con pareti rocciose, pascoli e zone umide, e nella quale sta sostando da 3 giorni.

Sara è un giovane capovaccaio nato al CERM nel 2015 che venne liberato nella Gravina di Laterza, in Puglia, nell'agosto di quell'anno; il 21 settembre 2015 raggiunse il Niger e lì è rimasta sino al 5 maggio 2017.

Il 10 aprile è stata il capovaccaio Elena a deporre il primo uovo della stagione riproduttiva 2017, seguita da altre quattro femmine che hanno complessivamente deposto otto uova tra il 19 aprile ed il 3 maggio.

Uno dei capovaccai pronto per il trasferimento.

L'8 aprile 2017 i capovaccai Margherita, Annibale, Ana e Gasparre sono stati trasferiti nella Riserva Naturale Lago di Vico, nel Lazio settentrionale, in due voliere appositamente sistemate per accoglierli.

La localizzazione aggiornata al 28 dicembre 2016 di Sara e Tobia in Africa.

Sara e Tobia, giovani capovaccai nati al CERM e liberati in Italia meridionale nell'estate 2015, sono ancora insediati nell'Africa sub-sahariana, in una zona tra Niger e Mali.