• Sara, nata nel 2015
  • L'arrivo al CERM dei capovaccai nati nella Repubblica Ceca
  • Controllo degli anelli di Agata
  • Il gruppo dello Zoo di Praga
  • Fabio
  • Carmen
  • Il piccolo Baba a poche ore dalla nascita
  • Baba, alimentato utilizzando un manicotto dalle sembianze di capovaccaio
  • Baba all'eta di 13 giorni
  • Baba (a sinistra) nel nido con il fratello Bibì (Tobia)
  • Patricia nel nido con le uova (2015)
  • Patricia all'eta di due anni (2007)
  • Tobia, primo figlio della coppia Patricia-Melchiorre
  • L'ultima fase della schiusa
  • Il pulcino di Salvatore ed Elena
  • L'arrivo dei capovaccai all'aeroporto di Fiumicino
  • Nina appena giunta al CERM
  • Pinta appena giunta al CERM
  • Arturo, nato nel 2007
  • Augusto, nella cavita-nido della Gravina di Laterza (2012)
  • Rifornimento di un carnaio nei pressi di Matera
  • Willy, uno dei giovani nato al CERM
  • Coppia di capovaccai del CERM
  • L'area che ospita il CERM
  • Le voliere del CERM
  • Annibale nel nido dei genitori, Modesto ed Elena
  • Schiusa in un uovo in incubatrice
  • Cesare, nato in incubatrice nel 2012
  • Sara, nata in incubatrice nel 2015
  • Un pulcino appena nato
  • Modesto con i suoi pulcini nel 2006
  • Modesto cova il piccolo Arturo, appena nato (2007)
  • Il giovane Willy
  • Willy ormai cresciuto
  • Allestimento di una cavita-nido
  • Brandy, Sirio e Teo nella cavita-nido della Gravina Laterza (2010)
  • Giovane in una cassa-nido (2005)
  • Inanellamento ed installazione di radio satellitare (Arturo, 2007)
  • Piattaforma-mangiatoia per i giovani liberati
  • Arturo appena inserito nella cavita nido (2007)
  • La cavita-nido della Gravina di Laterza
  • Due dei tre piccoli turchi al momento dell'affidamento al CERM
  • Alì all'eta di otto giorni
  • I piccoli "turchi" (a sinistra) nel nido di Modesto ed Elena
  • Alì e Turchino
  • I piccoli "turchi" trasferiti nell'area di rilascio
  • Alì e Turchino liberi nella Gravina di Laterza
  • Patricia
  • Due dei sei giovani capovaccai rilasciati nel 2015 pronti per la liberazione
  • Oasi LIPU Gravina di Laterza (TA), un lungo e profondo canyon incluso nel Parco Regionale Terra delle Gravine
  • L'area di rilascio di 4 giovani capovaccai nel 2015 in Calabria
  • Un capovaccaio nel carnaio della Gravina di Matera
  • La Gravina di Matera con i famosi “Sassi”
  • Panorama dell'area che ospita il CERM
  • Le voliere del CERM
  • Mangiatoia con nibbi reali
  • Giovane capovaccaio con radiostatellitare pronto al rilascio
  • Alì (a destra, liberato nel 2005) ed Arturo (liberato nel 2007) fotografati a in Sicilia nel 2008
  • Alì, fotografato in Sicilia nel 2008
  • Arturo, fotografato in Sicilia nel 2008
  • Alì fotografato in Calabria nel 2009
  • Arturo fotografato a Marsala nell'autunno 2007
  • Arianna appena munita di radio satellitare
  • Il lungo viaggio di Arianna, andata e ritorno
  • Arianna, al suo ritorno in Basilicata nel 2010
  • Capovaccaio adulto
  • Giovane capovaccaio di 3 anni d'eta
  • Geroglifico del capovaccaio
  • Mappa della distribuzione europea della specie
  • Capovaccaio adulto in un carnaio spagnolo (Foto David Gomez)
  • Mappa della distribuzione italiana della specie
  • Capovaccaio adulto fotografato in Puglia
  • Capovaccaio giovane appena involato
  • Capovaccaio Lazaros, con radio, avvelenato in Grecia nel 2013
  • Capovaccaio morto per l'impatto contro una pala eolica
  • Capovaccai in una discarica
  • Gli spostamenti di Carmen
  • Gli spostamenti di Carmen
  • Tobia fotografato nella Valle Niffi (foto E. Muscianese)
  • Tobia in volo di fronte ad un capanno di cacciatori a Malta (foto N. Fenech)
  • Gli spostamenti di Tobia
  • Gli spostamenti di Aneta
  • Sara equipaggiata con radio satellitare
  • Sara fotografata nei dintorni di San Luca (RC), in Calabria (foto C. Fiore)
  • Gli spostamenti di Sara
  • La costruzione della cassa-nido
  • I dintorni del sito di rilascio
  • Le penne decolorate di Tobia
  • I quattro giovani nella cassa nido
  • Il gruppo di ornitologi dell'associazione StOrCal con Guido Ceccolini e Anna Cenerini del CERM
  • Gli spostamenti di Agata
  • Tobia munito di datalogger GPS/GSM
  • Uno scorcio della Gravina di Laterza
  • Agata e Sara nella cavita di rilascio della Gravina di Laterza
  • Il direttore dell'EEP, Antonin Vaidl (a destra), con due collaboratori dello Zoo Praga
  • Installazione di una mangiatoia
  • Apertura della cavita ed involo di Agata
  • Mappa degli spostamenti di Carmen
  • Mappa degli spostamenti di Tobia
  • La coppia 7 con il primo uovo deposto nel 2016 (immagini tratte dalla telecamera di controllo)
  • Patricia controlla l'uovo appena deposto, di un bel colore rosso mattone
  • Uova di capovaccaio in una delle incubatrici del CERM.
  • Uova di capovaccaio durante una delle fasi di raffreddamento previste dal protocollo di incubazione.
  • Uova di capovaccaio durante una delle fasi di raffreddamento previste dal protocollo di incubazione (dettaglio).
  • Teti, il primo pulcino della coppia 7 a 23 giorni d'età.
  • Apollo, secondo pulcino della coppia 7 ad un giorno di età.
  • Atena appena nata, unico pulcino della coppia 11.
  • Zeus all'età di un giorno, primo pulcino della coppia 5.
  • Afrodite, all’età di tre giorni, secondo pulcino della coppia 5.
  • La localizzazione aggiornata di Sara e Tobia in Africa.
  • Tobia pronto per la liberazione.
  • Sara mentre viene preparata al rilascio.
  • Inaugurazione del workshop svoltosi a Monfrague.
  • Un momento dei lavori del workshop
  • Gli esperti italiani: da sinistra, Fulvio Genero, Guido Ceccolini, Anna Cenerini, Alessandro Andreotti e Fiammetta Berlinguer.
  • Alcuni grifoni delle centinaia osservati nel Parco di Monfrague.
  • Alcuni grifoni delle centinaia osservati nel Parco di Monfrague (dettaglio).
  • Avvoltoio monaco in volo sopra la sede del workshop.
  • Poster “First migration of released captive-bred Egyptian vulture juveniles in Italy (2004-2015)”.
  • La localizzazione aggiornata al 28 dicembre 2016 di Sara e Tobia in Africa.
  • Uno dei capovaccai pronto per il trasferimento.
  • Da sinistra: Giuseppe Puddu e Giampiero Tirone della Riserva Naturale del Lago di Vico e Guido Ceccolini del CERM.
  • Due dei capovaccai trasferiti in una voliera del Centro Recupero animali Selvatici della Riserva.
  • Le nove uova di capovaccaio deposte nel 2017 da 5 coppie
  • Apparecchiature del CERM per l’incubazione artificiale delle uova e la gestione dei giovani nati nei primi giorni di vita.
  • La rotta seguita da Sara durante il ritorno verso Nord dal 5 al 19 maggio 2017.
  • La rotta seguita da Sara durante il ritorno verso Nord dal 5 al 27 maggio 2017.
  • Un pulcino della coppia Patricia-Melchiorre appena nato.
  • Pulcino di un giorno della coppia Rosaria-Ulisse.
  • Pulcino della coppia Mar-Giacomo a 3 giorni di età.
  • Pulcino della coppia Elena-Salvatore, ad un mese dalla nascita.